property='og:url'/> 2011
CHE NE DITE DI AIUTARMI A FAR CRESCERE LA MAGICA ZUCCA?
CLICCA +1 PER FAVORE

sabato 31 dicembre 2011

Zuppa dolce delle feste

13 Zucche
Auguro a tutti un sereno 2012 


INGREDIENTI


3 uova
250g di mascarpone

2 cucchiai di marsala
3 dc di caffè leggero
50g di zucchero
1 scatola di biscotti novellini
1 confezione di CREMA PASTICCERA CODAP
Per la decorazione:
meringhette




PROCEDIMENTO



Sgusciate i soli tuorli delle uova (tenendo da parte gli albumi) in una grande terrina; unite quindi lo zucchero e montateli a spuma con la frusta elettrica. Quindi incorporate il mascarpone, che dev'essere freschissimo, e montate ancora con il cucchiaio di legno fino a quando avrete ottenuto una pasta omogenea, alla quale unirete il marsala.
Montate a neve densa un po' meno della metà degli albumi rimasti, uniteli alla crema di uova e mascarpone, amalgamando bene.
Versate in una ciotola il caffè zuccherato e immergete ad uno ad uno i novellini facendone uno strato in una larga ciotola, coprite con uno strato di crema al mascarpone, proseguite con un altro strato di novellini imbevuti nel caffè e sopra di essi fate uno strato di CREMA PASTICCERA CODAP.
Continuate gli strati in questo ordine terminando con la crema al mascarpone.
Mettete in frigorifero per 4 ore.
Decorate con delle meringhe.




IL MIO AIUTO IN CUCINA


La crema pasticcera CODAP è una crema pronta all'uso: basta aprire la confezione e...... Gustarla.


LA MAGICA ZUCCA AUGURA A TUTTI UN SERENO 2012



mercoledì 28 dicembre 2011

Biscotti rustici

22 Zucche

INGREDIENTI

150g di burro
150g di zucchero
2 tuorli d'uovo
1 cucchiaino di cacao
1 bustina di vanillina
scorza grattugiata di 1/2 limone
nocciole intere

PROCEDIMENTO

Lavorate bene e velocemente la farina per dolci MOLINO ROSIGNOLI insieme al burro, lo zucchero e i tuorli d'uovo, la vaniglia, il cacao e la scorza di limone.
Quando la pasta sarà pronta, fatene una palla, infarinatela e mettetela a riposare in frigorifero per 15 minuti.
Prendendo la pasta poco per volta, formate con le mani delle palline di media grossezza, disponetele sulla leccarda coperta da un foglio di carta forno e schiacciatele leggermente nel mezzo. Mettete in questa cavità una nocciola.


Cuocete i biscotti a 180° per 15 minuti.



IL MIO AIUTO IN CUCINA:

La macinazione sottile della  farina per dolci e sfoglie MOLINO ROSIGNOLI è la caratteristica che rende possibile la riuscita di questi biscotti e di altri dolci senza la necessità dell'operazione di setacciatura (e questo rende tutto più veloce)


martedì 27 dicembre 2011

GLI OLEIFICI MATALUNI INVESTONO SUI GIOVANI DEL TERRITORIO

1 Zucche








Dottorati di ricerca con gli atenei e nuova convenzione per neodiplomati con il Centro per l’Impiego

Il 2012 si aprirà nel segno dei giovani e del lavoro per gli Oleifici Mataluni di Montesarchio,
grazie alla importante convenzione siglata con il Centro per l’Impiego di Sant’Agata de’Goti, che
comprende 17 Comuni della provincia di Benevento.
L’accordo prevede un tirocinio formativo e di inserimento nel mondo del lavoro, entro 12 mesi dalla
consegna del diploma, rivolto a neodiplomati e neolaureati iscritti nelle liste di disoccupazione.
“I giovani sono la nostra prima risorsa - spiega Vincenzo Mataluni, Amministratore Delegato
Oleifici Mataluni - come imprenditore sento la responsabilità, sia da un punto di vista etico che
professionale, di fare la mia parte per valorizzare il territorio soprattutto in un periodo di crisi,
offrendo una opportunità ai talenti più meritevoli. Basti pensare che su circa 200 dipendenti, l’età
media negli Oleifici Mataluni è di 29 anni. Al momento, grazie alla convenzione abbiamo inserito
undici neodiplomati, che avranno la possibilità per 6 mesi di svolgere un tirocinio in azienda e
di mettersi in luce. Inoltre, a partire da gennaio accoglieremo per due mesi anche uno studente
dell’Università del Sannio che, insieme ai suoi colleghi, ha collaborato al piano marketing di Olio
Lupi, nell’ambito del progetto ideato da Confindustria Benevento”.
Gli Oleifici Mataluni aderiranno anche al bando, promosso dalla Regione Campania, sui dottorati
di ricerca in azienda, che incontrano l’esigenza di ricerca del mondo accademico e la necessità di
innovare e di essere maggiormente competitivi delle industrie.
“Apprezziamo idee innovative capaci di offrire una occasione ai giovani più preparati, e daremo il
nostro contributo agli atenei capaci di soddisfare le nostre esigenze, individuando progetti mirati
alla nostra realtà. In questo modo - conclude Mataluni - validi studenti neolaureati avranno la
possibilità di trasferire le proprie competenze agli Oleifici Mataluni per ricerche applicate, senza
dover abbandonare l’università e la ricerca pura”.
Tra le scuole della Valle Caudina e Telesina che hanno già aderito alla convenzione siglata con
il Centro per l’Impiego - di intesa con Luigi Velleca, Dirigente del settore Politiche del Lavoro,
Giovani e Sanità - l’Istituto Palmieri di Benevento, l’Istituto De Liguori di Sant’Agata de’Goti, l’Istituto
Lombardi di Airola, il Liceo Scientifico Fermi e l’Istituto Moro di Montesarchio, ed il Complesso
scolastico di Telese.
“Una opportunità importante - afferma Concetta De Felice, Responsabile del Centro per l’Impiego
-in un periodo difficile dal punto di vista occupazionale. Siamo impegnati in prima linea per offrire
degli sbocchi ai giovanissimi e avere un partner come gli Oleifici Mataluni ci inorgoglisce, perché è
una delle migliori espressioni del territorio. L’appello che rivolgo ai genitori è di iscrivere i ragazzi
nelle liste di disoccupazione a partire dal compimento del sedicesimo anno. Basti pensare che solo
il 10% dei neodiplomati è iscritto in queste liste. Il risultato è che quando cerchiamo di selezionare
ragazzi per possibilità concrete di lavoro, troviamo difficoltà. C’è bisogno di cambiare la mentalità,
soprattutto al sud. Sono rare le aziende che si rivolgono a noi, preferendo seguire altri canali”.
Per maggiori informazioni, è possibile visitare il sito www.sanniolavoro.it.

Gli Oleifici Mataluni, situati a Montesarchio (Benevento), rappresentano uno tra i più grandi complessi agroindustriali
oleari del mondo e si estendono su una superficie di 160mila mq.
Con un fatturato 2010 di 240 milioni di euro, circa 200 dipendenti (età media 29 anni) ed un Centro di ricerca
riconosciuto nel 2010 dal Miur, l’industria Mataluni è tra le più importanti aziende italiane nel settore oleario.
In private label produce oli alimentari per conto di oltre 200 marchi ed aziende leader della Grande Distribuzione
Organizzata italiana ed estera. Gli Oleifici Mataluni sono proprietari di 23 marchi storici come Olio Dante, Topazio, Olita,

Oio, Gico, Minerva, Lupi e Vero, posizionandosi ai primi posti nello scenario distributivo domestico ed internazionale.

domenica 25 dicembre 2011

Shortbread (...In versione natalizia)

10 Zucche

INGREDIENTI

220g di burro
120g di Zucchero a velo
120g di FECOLA DI PATATE MOLINO CHIAVAZZA




PROCEDIMENTO

Mettete nell'impastatore il burro e lo zucchero ed impastate fino ad ottenere una crema liscia, incorporatevi le farine e impastate fino ad ottenere un composto omogeneo.
Con l'aiuto di un mattarello stendete la pasta.
Con degli stampini ritagliate le forme che desiderate.
Mettete i biscotti  in forno a 140° per 15 minuti, finché assumeranno un colore dorato.
Lasciate raffreddare.
Per la conservazione, consiglio una scatola di latta.







IL MIO AIUTO IN CUCINA


La Magica Zucca augura a tutti tanti auguri di un sereno Natale



venerdì 23 dicembre 2011

Biscotti Sablée

10 Zucche
Biscotti alle nocciole - Biscotti bicolore - Biscotti al cocco 
 
INGREDIENTI

600g di farina
150g di fecola
1 bustina di vanillina
450g di burro
1 albume
sale (1 pizzico)
60g di nocciole tritate finemente
60g di farina di cocco
Zucchero di canna
50g di cacao 



PROCEDIMENTO

Mettete in una ciotola la farina,  la fecola setacciata e lo zucchero a velo SAN MARTINO. Unite la bustina di vanillina, un pizzico di sale e mescolate.
Aggiungete il burro a pezzetti (meglio se a temperatura ambiente), sminuzzatelo velocemente insieme alla farina fino ad ottenere un composto sbriciolato.
Unite l'albume e impastate tutti gli ingredienti fino a quando non si sarà ottenuto un composto liscio, soffice e compatto. Formate un panetto e dividetelo in 4 parti.

Biscotti alle nocciole

Prendete una parte dell'impasto e amalgamatevi le nocciole tritate e formate un cilindretto



Biscotti al cocco

Prendete un'altra parte dell'impasto e amalgamatevi la farina di cocco, formate un cilindretto e spennellatelo con un leggero strato di albume. 
Passate il cilindretto nello zucchero di canna.



Biscotti bicolore

Prendete un'altra parte dell'impasto e amalgamatelo con il cacao.
Stendete su carta da forno l'ultima parte dell'impasto naturale formando un rettangolo spesso di 4mm, fate la stessa cosa con l'impasto al cacao.
Sovrapponete i due rettangoli e livellateli con l'aiuto di un mattarello.
Formate un cilindro.




Prendete tutti e tre i cilindri ottenuti e fateli riposare in frigorifero per una notte.
Prima di cuocerli, ammorbiditeli a temperatura ambiente per circa 15 minuti.
Tagliate a rondelle i cilindri
Infornare a 170° per 12 minuti. 

Lasciarli raffreddare.

IL MIO AIUTO IN CUCINA






Con questa ricetta partecipo alla raccolta:




mercoledì 21 dicembre 2011

Petto d'anatra con amarene sciroppate - Duck breast with sour cherry syrup

11 Zucche
ENGLISH VERSION BELOW



INGREDIENTI
Per 4 persone


4 petti d'anatra
90g burro
Brandy
sale
pepe
Amarene sciroppate FABBRI




PROCEDIMENTO

Togliete la pelle ai petti d'anatra e fateli cuocere a fuoco vivace in una padella dove avrete fatto spumeggiare il burro.
Rosolateli da ambo i lati per 5 minuti e poi aggiungete 1/2 bicchiere di brandy e fate evaporare.
Accompagnate l'anatra tagliata a fettine con il fondo ottenuto con il brandy e le amarene FABBRI (il contrasto vi stupirà)








IL MIO AIUTO IN CUCINA



ENGLISH VERSION


INGREDIENTS
For 4 people
4 duck breasts
90g butter
brandy
salt
pepper
Fabbri cherries in syrup


PROCEDURE

Remove the duck breasts skin and cook on high heat in a pan where you have donefoaming butter.
Fry on both sides for 5 minutes and then add 1 / 2 glass of brandy and let it evaporate.
Serve the duck with the bottom cut in slices obtained with the brandy and cherries Fabbri(the contrast will amaze you)


sabato 17 dicembre 2011

Penne alla crema di peperoni - Penne with pepper cream

14 Zucche
ENGLISH VERSION BELOW
INGREDIENTI:

2 peperoni rossi 
1dl di panna
1 mestolo di brodo
Olio extravergine d'oliva
Sale, pepe

PREPARAZIONE

Tritate la cipolla, pulite e tagliate a pezzetti i peperoni. In un tegame fate rosolare la cipolla con l'olio, unite i peperoni, regolate di sale, diluite con il brodo e portate tutto a cottura a fuoco basso. 
Frullate il composto, ed incorporate la panna alla crema ottenuta.
Lessate le penne in abbondante acqua bollente salata e scolatele
Condite le penne con la crema preparata, mescolate e servite.

IL MIO AIUTO IN CUCINA:





ENGLISH VERSION

INGREDIENTS:

350g penne rigate Valbo
2 red peppers
1dl cream
1 ladle of broth
1 / 2 onion
Extra virgin olive oil
Salt and pepper

PREPARATION

Chop the onion, cleaned and diced peppers. In a saucepan, sauté the onion in the oil, addthe peppers, salt, diluted with the broth and bring it to cook over low heat.
Whisk the mixture, and incorporated the cream to the cream obtained.
Boil the penne in boiling salted water and drain
Season the cream prepared with pens, stir and serve.

giovedì 15 dicembre 2011

Cannelloni alle erbette e crescenza

18 Zucche

INGREDIENTI:

250g di cannelloni
1kg di Erbette 
200g di crescenza
500g di ricotta
1 pizzico di zucchero
noce moscata
2 foglie di salvia
Olio extravergine d'oliva
sale
pepe
PREPARAZIONE

Tritate 1 scalogno e mettetelo in una padella con 4 cucchiai di olio facendo soffriggere.
Unite il POMODORINO DEL PIENNOLO DEL VESUVIO DOP, lo zucchero, sale, pepe e cuocete a fiamma bassa coperto per mezz'ora.
Sciacquate le erbette, cuocetele con l'acqua del lavaggio e una presa di sale finchè saranno appassite, poi scolatele, raffreddatele e strizzatele. Tritatele e fatele insaporire in una padella dove avrete fatto appassire lo scalogno rimasto con l'olio e la salvia tritata per 5 minuti.
mescolate le erbette fatte intiepidire con la ricotta, 1/2 crescenza, 40g di parmigiano reggiano e una grattata di noce moscata.
Scottate i cannelloni, scolateli e fateli asciugare in un canovaccio. Riempiteli aiutandovi con un cucchiaino con il composto di erbette e formaggio.
Versate qualche cucchiaio di salsa in una pirofila da forno facendone uno strato, allineate i cannelloni, conditeli con la salsa rimanente, la crescenza a pettetti e il parmigiano rimasto. 

 Infornate a 180° per 20 minuti


IL MIO AIUTO IN CUCINA:

domenica 11 dicembre 2011

Scones

18 Zucche
Gli scone sono dei tipici dolcetti di origine scozzese. Sono simili a delle piccole brioche, ma meno dolci. Questi panini dolci generalmente accompagnano il  e possono essere serviti con burro e marmellata, con il miele o con la lemon curd.
Esistono varie versioni di scone: con uva passa, con pezzetti di cioccolato, con i mirtilli o in versione salata.
Tratto da Wikipedia


ENGLISH VERSION BELOW



INGREDIENTI:

200g di farina
50g di burro
15g di zucchero
1 bustina di lievito
2 uova
Latte
Sale

Per la farcitura:


PROCEDIMENTO:

Lavorate il burro con lo zucchero ottenendo una crema, aggiungete le uova sbattute a parte, un pizzico di sale, la farina e il lievito setacciato.
Aggiungete un pò di latte per ottenere un impasto morbido.
Quando l'impasto sarà liscio, fatene una palla che metterete a riposare coperta per 1 ora circa.
Stendete la pasta all'altezza di circa 2 cm. Ricavate dei dischi aiutandovi con un bicchiere. disponeteli sulla lastra del forno e cuoceteli a 180g per 15 minuti.

Vanno serviti tiepidi










IL MIO AIUTO IN CUCINA:



Albicocche e Tè nero



ENGLISH VERSION

The scone is a small Scottish quick bread especially popular in the United Kingdom, the United StatesCanadaAustraliaNew Zealand,Belgium andIreland, but are also eaten in many other countries. They are usually made of wheatbarley or oatmeal, with baking powder as a leavening agent. The scone is a basic component of the cream tea or Devonshire tea.
From Wikipedia

INGREDIENTS:
200g flour
50g butter
15g sugar
1 packet of yeast
2 eggs
milk
salt

For the filling:

Apricot jam and black tea "THE TAMERICI SRL"


PROCEDURE:

Work the butter with the sugar getting a cream, add eggs beaten separately, a pinch of salt, flour and baking powder sifted.
Add a little milk to make a soft dough.
When the dough is smooth, turn it into a ball that you will put to rest covered for about 1 hour.
Roll out the dough at about 2 cm. Obtained records of helping with a glass. arrange on the plate of the oven and cook for 15 minutes at 180g.

They should be served warm

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...