property='og:url'/> ottobre 2011
CHE NE DITE DI AIUTARMI A FAR CRESCERE LA MAGICA ZUCCA?
CLICCA +1 PER FAVORE

lunedì 31 ottobre 2011

Torta di Halloween - Halloween Cake

27 Zucche
La notte delle streghe..... Happy Halloween!!!

ENGLISH VERSION BELOW


INGREDIENTI
Diametro 24 cm

1 pan di spagna da 24cm (ricetta qui)
1 dose di crema ganache (ricetta qui)
15 marron glace
MMF di vari colori (ricetta qui)
Bagna amaretto






PREPARAZIONE

Ho utilizzato un pan di spagna da 24 cm (ricetta qui) , l'ho tagliato in tre strati e ad ogni strato l'ho bagnato con una bagna all'amaretto (2 parti acqua, 1 parte amaretto di Saronno).
Il primo disco l'ho farcito con la crema ganache (ricetta qui), il secondo con metà dose di HULALA ORO CODAP montata e mescolata con i marron glace spezzettati.
Ho rivestito tutta la torta con l'altra metà di HULALA ORO CODAP e in ultimo ho decorato il dolce stendendo del MMF (ricetta qui) color nero come base e aggiungendo soggetti fatti con la medesima pasta in altri colori. Quindi.... Buona paura a tutti!!!



Il mio aiuto in cucina:





ENGLISH VERSION

INGREDIENTS
Diameter 24 cm

1 sponge cake from 24cm
1 dose of cream ganache
1 pkg. of Hulala GOLD CODAP
Marron glace 15
MMF in various colors
wet amaretto



PREPARATION

I used a sponge of 24 cm , I cut in three layers and each layer with a wet wet Iamaretto (2 parts water, 1 part Amaretto di Saronno).
The first record I stuffed with cream ganache , the second half dose of HulalaGOLD CODAP assembled and mixed with chopped marron glace.
I covered the entire cake with the other half of Hulala GOLD CODAP and finally Idecorated the cake spreading of MMF as a base and adding black subjectsmade ​​the same lump in other colors. So .... Good scary at all!

domenica 30 ottobre 2011

Collaborazione: MIRCO DELLA VECCHIA

4 Zucche
LaMagicaZucca collabora con: MIRCO DELLA VECCHIA: Maestro cioccolataio

Nei prossimi giorni vi farò vedere come poter utilizzare al meglio questi prodotti.


Un pò di storia......

Il maestro cioccolataio Mirco Della Vecchia ha cominciato la sua carriera nel mondo del cioccolato vincendo diverse competizioni di pasticceria nazionali e internazionali. La passione per il cioccolato artigianale l'ha portato a produrre, nella sua fabbrica di cioccolato di San Gregorio nelle Alpi (Belluno), praline, creme, tavolette e altri prodotti in maniera equa e solidale, acquistando il cacao direttamente dai produttori sudamericani. La sua ultima iniziativa è il lancio dei negozi di cioccolato in franchising "Cioccolaterie Mirco Della Vecchia", veri e propri "templi" del cioccolato artigianale.
La storia di Mirco Della Vecchia, studente dell'istituto alberghiero D. Dolomieu di Longarone, comincia con una grandissima passione per la pasticceria. Con la spensieratezza dei ventenni, decide di avviare in proprio l'attività di artigiano pasticciere.

Dopo cinque anni di gestione della pasticceria-gelateria, Mirco Della Vecchia partecipa a diversi concorsi internazionali dedicati al mondo del cioccolato.

La sua grande abilità lo porta a diventare campione italiano di cioccolateria nel 2007 e nel 2008. Sempre nel 2008, riceve tre medaglie di bronzo alle olimpiadi di Erfurth, in Germania, e, soprattutto, sempre nel contesto olimpico, conquista la vittoria assoluta del trofeo "miglior decoro al piatto", davanti a oltre trecento agguerritissimi chef e pasticcieri di fama internazionale.
Dal 2006 si dedica in modo più determinato alla produzione di cioccolato artigianale, abbinando a quest'ultimo la torrefazione del caffè e del cacao. Il tutto perseguendo l'obiettivo della filiera corta del cioccolato e tenendo vivo lo spirito del vero artigiano fin dalla materia prima.

Oggi Mirco Della Vecchia è un artigiano in forte espansione a livello nazionale, che produce sia cioccolato sia caffè di elevata qualità, per conto proprio e per diverse marche e grossisti. L'attenzione del maestro cioccolataio è sempre puntata alle ultime tendenze di mercato, che egli unisce a una produzione solidamente artigianale e tradizionale.

La sede della sua fabbrica di cioccolato è stata trasferita a fine 2010 da Limana a San Gregorio nelle Alpi, nella splendida cornice delle Dolomiti bellunesi. Qui Mirco Della Vecchia ha sempre vissuto con entusiasmo e convinzione la vita associativa della CNA (Confederazione Nazionale dell'Artigianato), prima della provincia di Belluno e poi della Regione del Veneto, con l'incarico di Presidente Regionale della CNA Alimentare. L'ampia gamma dei prodotti Mirco Della Vecchia si innesta nello scenario di mercato moderno coniugando qualità del prodotto e sostenibilità.
Le scelte aziendali  sono tutte nell'ottica della salvaguardia del prodotto dall'origine al consumatore finale. Mirco Della Vecchia infatti è socio fondatore della Fine Chocolate Organization, associazione di cioccolatieri che punta, in un'ottica di sviluppo sostenibile e solidale, all'approvvigionamento di cacao direttamente dai paesi produttori, senza lo sfruttamento della manodopera.

Per acquistare online i prodotti MIRCO DELLA VECCHIA:



venerdì 28 ottobre 2011

Gnocchi all’ossolana - Gnocchi with chestnuts

36 Zucche
ENGLISH VERSION BELOW

Questi sono gnocchi tipici della VAL D'OSSOLA e nella zona sono molto popolari, ovviamente ognuno ha la sua ricetta. Generalmente prevede il condimento con del formaggio cremoso ma io preferisco la semplicità del burro e salvia.



INGREDIENTI
Per 4 Persone

150g di farina di castagne
1 kg patate bianche
100g di zucca già pulita
2 tuorli d'uovo
150g di pangrattato
salvia
burro salato
noce moscata
sale
pepe







PREPARAZIONE

Dopo aver lavato le patate immergetele in una pentola con acqua fredda e cuocetele per 40 minuti dal momento dell'ebollizione.
Intanto cuocete la zucca al vapore dopo averla tagliata a dadini per 10 minuti.
Scolate le patate, sbucciatele, schiacciatele con uno schiacciapatate e disponetele sulla spianatoia . Schiacciate anche la zucca allo stesso modo e unitelo alle patate con una presa di sale, una macinata di pepe, un pizzico di noce moscata grattugiata, la farina MOLINO ROSIGNOLI PER GNOCCHI, quella di castagne setacciata e i tuorli.

 Lavorate l'impasto unendo pian piano il pangrattato fino ad ottenere un impasto compatto.
Formate dei cordoncini e con l'aiuto di un coltello, ricavate degli gnocchi della lunghezza di 2 cm.
Lessateli in abbondante acqua salata, scolateli quando vengono a galla e saltateli in una grande padella con il burro salato fatto spumeggiare e la salvia.

IL MIO AIUTO IN CUCINA:
Gli gnocchi hanno bisogno di una farina specifica che li mantenga morbidi. La farina MOLINI ROSIGNOLI è una farina leggera che già al momento dell'impasto rivela tutta la sua qualità. mi ha piacevolmente sorpreso e vi consiglio di usarla.... capirete la differenza!!!


ENGLISH VERSION BELOW

INGREDIENTS
For 4 People

300g flour Rosignoli MILL FOR GNOCCHI
150g of chestnut flour
1 kg white potatoes
100g pumpkin already clean
2 egg yolks
150g breadcrumbs
sage
salted butter
nutmeg
salt
pepper



PREPARATION

After washing the potatoes soak in a pot with cold water and cook for 40 minutes afterboiling.
Meanwhile, cook the pumpkin after it has been steamed, cut into cubes for 10 minutes.
Drain the potatoes, peel, mash with a potato masher and place on a pastry boardMashthe pumpkin well in the same way and add it to the potatoes with a pinch of salt, freshly ground pepper, a pinch of grated nutmeg, flour MILL Rosignoli for gnocchi, chestnut andsieved egg yolksKnead the dough by combining the bread crumbs slowly until a firm dough.
Formed of cords and with the help of a knifecarved the dumplings length of 2 cmBoil in salted waterdrain them when they come to the surface and toss in a large pan with salted butter and sage foam did.


mercoledì 26 ottobre 2011

Crema di cavolfiori e zenzero - Cream of cauliflower and ginger

31 Zucche
ENGLISH VERSION BELOW



INGREDIENTI
Per 4 Persone

1 cavolfiore
200ml di panna
50g di burro
Brodo vegetale
sale









PREPARAZIONE

Lessate il cavolfiore diviso in cimette. Intanto rosolate lo scalogno tritato con il burro, una presa di sale e lo zenzero in polvere. Unite il cavolfiore lessato al dente, fate insaporire e unite ½ litro di brodo vegetale. Cuocete per 30 minuti poi il frullate il tutto, aggiungete la panna e fate insaporire 5 minuti. Servite con crostini rivestiti con fettine di salmone e olio allo zenzero MARINA COLONNA




IL MIO AIUTO IN CUCINA:


ENGLISH VERSION

INGREDIENTS
For 4 People

1 cauliflower
200ml of cream
1 shallot
50g butter
vegetable broth
salt
ginger
ginger oil MARINA COLONNA



PREPARATION

Boil the cauliflower into florets divided. Meanwhile, saute the chopped shallot in the butter, a pinch of salt and ginger powder. Add the cauliflower, boiled al dente, add flavor andmake ½ liter of vegetable broth. Cook for 30 minutes then blend it all, add the cream and cook 5 minutes. Serve with toasted slices of salmon coated with oil and ginger MARINA COLONNA

martedì 25 ottobre 2011

GLI OLEIFICI MATALUNI RILEVANO DA STAR IL MARCHIO OLITA

3 Zucche





Mataluni acquisisce Olio Olita e avvia con la STAR una collaborazione sul canale food service

Il marchio Olita, protagonista da oltre 50 anni sul mercato italiano, passa dalla STAR agli Oleifici Mataluni, il complesso
agroindustriale oleario proprietario di 22 brand e specializzato nel private label.
Con la cessione di Olita, la STAR prosegue il suo piano di sviluppo focalizzato sulle categorie più strategiche per il core
business dell’azienda.
L’etichetta con la forchetta a tre punte, dunque, andrà ad arricchire il portafoglio prodotti degli Oleifici Mataluni di
Montesarchio (Benevento) che, a partire dal 2006, hanno avviato un notevole piano di acquisizione, rilevando marchi storici
come Olio Dante, Topazio, Oio, Gico, Minerva e Lupi, e rappresentando una delle più importanti aziende italiane nel settore
oleario.
“L’acquisizione è stata definita il 6 ottobre - spiega Vincenzo Mataluni, Amministratore Delegato Oleifici Mataluni - e
diventerà operativa a partire dal 1 gennaio 2012. Con l’accordo prende il via anche una collaborazione distributiva con la
STAR sul canale food service, che comprende la ristorazione ed il catering, sul quale entrambe le aziende investiranno
nuove risorse. E’ motivo di orgoglio aver concluso la trattativa con una delle più importanti realtà nel settore alimentare, che
contribuisce a valorizzare il Made in Italy in tutto il mondo”.
Attraverso il passaggio di proprietà del marchio Olita, la STAR - azienda alimentare simbolo della tradizione italiana in cucina
e leader nella produzione e distribuzione di insaporitori, sughi, piatti pronti e tisane - sceglie di concentrarsi ulteriormente
sulle categorie maggiormente strategiche che, nel 2010, sono state protagoniste di una forte crescita trainata da importanti
investimenti in innovazione e sviluppo commerciale.
“La cessione del brand Olita che aveva un’incidenza del 3,2% sul nostro fatturato retail - commenta Jordi Franch, Direttore
Generale di STAR - consentirà a STAR di avere a disposizione maggiori risorse da investire sullo sviluppo e l’innovazione
delle proprie categorie strategiche. Parallelamente, Oleifici Mataluni sarà in grado di assicurare al prodotto un forte valore
aggiunto grazie alla leadership e al know how conquistati nel settore di riferimento”.
Presente capillarmente nella grande distribuzione e nel canale al dettaglio, l’olio di Olita copre circa il 14% del valore del
mercato italiano all’interno della categoria di riferimento, e rappresenta una miscela equilibrata di oli studiata appositamente
per resistere alle alte temperature senza alterare il sapore del cibo nel corso della frittura.

Montesarchio (BN), Agrate Brianza (MB), 25 ottobre 2011.

STAR, fondata nel 1948, è una delle storiche realtà nel settore alimentare italiano. Con un fatturato 2010 di 350 milioni di
Euro e un totale di circa 470 dipendenti, STAR è oggi un’azienda manageriale che, nel 2006, con Gallina Blanca ha dato vita
al gruppo italo - spagnolo Gallina Blanca STAR.
L’azienda, che ha come realtà produttiva lo stabilimento di Agrate Brianza (MB), comprende cinque categorie strategiche
(insaporitori, brodo pronto, sughi, piatti pronti e infusioni) corrispondenti a 20 marchi e un centinaio di referenze, distribuiti
nella GDO, nel canale tradizionale retail e nel food service.

Gli Oleifici Mataluni, situati a Montesarchio (Benevento), rappresentano uno tra i più grandi complessi agroindustriali oleari
del mondo e si estendono su una superficie di 160 mila mq.
Con un fatturato 2010 di 240 milioni di euro, circa 200 dipendenti (età media 29 anni) ed un Centro di ricerca riconosciuto nel
2010 dal Miur, l’industria Mataluni è tra le più importanti aziende italiane nel settore oleario.
In private label produce oli alimentari per conto di oltre 200 marchi ed aziende leader della Grande Distribuzione Organizzata
italiana ed estera. Gli Oleifici Mataluni sono proprietari di 22 marchi storici come Olio Dante, Topazio, Oio, Gico, Minerva,
Lupi e Vero, posizionandosi ai primi posti nello scenario distributivo domestico ed internazionale.

Collaborazione: PASTIFICIO VERRIGNI

8 Zucche

Quella di Verrigni è una storia intessuta di passione, di artigianalità, di tradizione e innovazione. La storia di una famiglia capace di tramandare dal 1898, di generazione in generazione, l’amore per la propria terra – Roseto degli Abruzzi - e la vocazione alla qualità più elevata, senza compromessi. Oggi Verrigni, con i profumi e i sapori eleganti e decisi, propri della terra abruzzese, è sinonimo di eccellenza in tutta Italia e non solo.
In origine il piccolo pastificio era situato a Rosburgo, l’antica Roseto degli Abruzzi, la pasta si essiccava all’aria ed al sole, poi nei camerini, con ventilatori a corrente e fonti di calore che permettevano la produzione anche durante l’inverno, poi ancora, nell’allora zona industriale dove l’azienda si trova tuttora.
Da Rosburgo, l’antico nome di Roseto degli Abruzzi, Verrigni ha conquistato il mondo. Dalle nobili famiglie della città, agli Chef stellati e ai gourmet di tutto il mondo: la storia di Verrigni è una vera favola.
Dal 2008, con la stessa passione dei fondatori, il nipote Gaetano e la moglie Francesca Petrei Castelli - un matrimonio consolidato dall’amore per la pasta - guidano l’azienda – ora Antico Pastificio Rosetano- in un perfetto equilibrio tra tradizione e innovazione. Con un unico, importante obiettivo: la qualità più elevata, che si ottiene nella selezione dei migliori grani duri, esclusivamente italiani, coltivati e raccolti anche in Abruzzo, nell’azienda agricola di Francesca.



                       


Ecco un Video che spiega la qualità Verrigni:







Nelle prossime settimane inizierò a provare questa pasta e a postare tanti primi piatti

Per acquistare i prodotti Verrigni cliccate qui








lunedì 24 ottobre 2011

Manzo all'olio di Rovato

24 Zucche
ENGLISH VERSION BELOW




Il Manzo all'olio è un piatto tipicamente Bresciano ma per la precisione ha origine nel paese di Rovato, in Franciacorta che ne detiene la paternità.
La più antica ricetta di questo piatto risale addirittura al Ricettario di Donna veronica del 1554-1593.... e a Lei mi sono affidata.






INGREDIENTI

1Kg Carne bovina (scamone o cappello del prete)
2 bicchieri di vino bianco
prezzemolo e rosmarino tritato
pepe e sale.







PREPARAZIONE

Il giorno prima del consumo del piatto, mettete olio e carne in una pentola alta. Lasciate insaporire con i profumi sopra elencati, quindi aggiungete sale, pepe e vino lasciando evaporare un po’ quest’ultimo a fuoco vivace; aggiungete un bicchiere d’acqua e coprite il tutto. La carne deve cuocere a fuoco moderato per due ore abbondanti, poi la si taglia a fette e le si fa riprendere la cottura per almeno un’ora.  Accomodate le fette ottenute in un piatto profondo e lasciatele riposare 5minuti coperte con il loro sugo.
Consiglio di abbinare con questo piatto la polenta.




IL MIO AIUTO IN CUCINA:



ENGLISH VERSION

INGREDIENTS

1kg beef (rump or the priest's hat)
1 cup olive oil
2 glasses of white wine
1 clove of garlic
parsley and chopped rosemary
pepper and salt.




PREPARATION

The day before serving the dish, put oil and meat in a deep pan. Cook with the scentslisted above, then add salt, pepper and wine evaporates leaving a little 'it on high heat,add a glass of water and cover it all. The meat should cook over moderate heat for two hours abundant, then cut into slices and continue cooking for you at least an hour. Arrangethe slices obtained in a deep dish and let stand 5minutes covered with their sauce.
Council to combine this dish with polenta.

sabato 22 ottobre 2011

Rosa paradiso - Angel rose cake

25 Zucche
ENGLISH VERSION BELOW


La torta paradiso è un dolce famoso per la sua sofficità e per ottenere questo risultato l'uso della farina giusta è molto importante. Per questa torta non è previsto l'uso del lievito perciò la farina dev'essere adatta per la lievitazione cosi ho scelto la farina ROSIGNOLI DOLCI E SFOGLIE : e questa rosa è sofficissima.....



INGREDIENTI

200gr di burro
150gr di zucchero
100gr di fecola
4 uova
una fialetta di aroma al limone
un pizzico di sale
zucchero a velo









PREPARAZIONE

Separate i tuorli dagli albumi e lavorate a lungo i primi con lo zucchero,fino ad ottenere una crema soffice e densa.Aggiungete poco per volta la farina mescolata alla fecola,sempre continuando a mescolare in modo da evitare la formazione di grumi.Unite il burro sciolto a bagnomaria,la fialetta di aroma di limone e un pizzico di sale,quindi amalgamate mescolando dall'alto verso il basso gli albumi montati a neve.Versate il composto in uno stampo(io ho usato quello della HAPPYFLEX a forma di rosa)e cuocete in forno caldo a 160° per 45 minuti circa.Fate raffreddare il dolce quindi spolverizzatelo di zucchero a velo.



Il mio aiuto in cucina:





ENGLISH VERSION


INGREDIENTS

200g of butter
150 grams of sugar
100gr of flour Rosignoli SWEET AND BROWSE
100 grams of starch
4 eggs
a phial of aromatic lemon
a pinch of salt
icing sugar



PREPARATION

Separate the yolks from the whites and the first long work with the sugar until soft andcreamy densa.Aggiungete gradually mixed with the starch in the flour, again stirring constantly to prevent the formation of butter grumi.Unite dissolved in a water bath, the vialof aroma of lemon and a pinch of salt, then mix from top to bottom mixing the egg whitesneve.Versate the mixture into a mold (I used one of HAPPYFLEX rose-shaped) and bake in a preheated oven at 160 degrees for 45 minutes then sprinkle the cake cool circa.Fateicing sugar.

venerdì 21 ottobre 2011

Il mondo dei formaggi: SCAMORZA

1 Zucche

E' un formaggio crudo a pasta filata prodotto con latte intero pastorizzato. Il tipo di latte utilizzato può essere interamente vaccino o misto vacca e pecora.
Dopo la pastorizzazione del latte, si procede all'inoculo di fermenti e all'aggiunta del caglio. La coagulazione richiede un tempo di 20-40 minuti a una temperatura di 30°-35°C. La cagliata ottenuta viene rotta fino a ridurla in granuli della dimensione di una nocciola e viene lasciata depositare sul fondo della caldaia.
Dopo alcune ore di maturazione la pasta, tagliata in liste di circa un cm di spessore, viene immersa in acqua a 75°-85°C e filata. A filatura terminata si procede alla formatura, modellando la pasta in modo da conferirle una forma a sfera con collo e una testa. Dopo un raffreddamento in acqua corrente, le forme sono poste in salamoia per circa mezz'ora. Le forme asciugate vengono legate a due a due con fibre vegetali e poste a stagionare.
Dopo una quindicina di giorni di maturazione la scamorza è pronta per il consumo. Può anche essere sottoposta ad affumicatura. Il prodotto finito ha una pasta più consistente della mozzarella, ma sempre morbida e burrosa. La crosta è liscia, sottile e di color bianco avorio, mentre quella affumicata è di color giallo tendente all'ocra.

Collaborazione: HappyFlex

14 Zucche
Qualche giorno fa, con immenso piacere ho ricevuto in omaggio degli splendidi stampi dalla HappyFlex, in silicone flessibile ed antiaderente. Si possono usare con tutti i tipi di forno, dal tradizionale al ventilato e possono essere utilizzati anche per il microonde. 
Inoltre possono anche essere utilizzati per la surgelazione in freezer (non vedo l'ora di utilizzarli per poter fare dei semifreddi dalle forme insolite).
Le parole non bastano per dirvi quanto sono belli... passo subito alle fotografie.














Per acquistare i prodotti HappyFlex clicca qui







giovedì 20 ottobre 2011

Crema di zucca e castagne - Cream of pumpkin and chestnuts

24 Zucche
ENGLISH VERSION BELOW

Pentola Zucchilla ILLA 








INGREDIENTI
Per 4 Persone

600g di zucca pulita a dadini
1 patata
1 cipolla
1 gambo di sedano
1 spicchio d'aglio
20 castagne cotte
½ litro di brodo vegetale
sale
Fettine di bacon per decorare






PREPARAZIONE

Tritate la cipolla, lo spicchio d'aglio e il gambo di sedano e fateli rosolare in un tegame con l'Olio extra vergine d'oliva MARINA COLONNA. Unite la zucca e una patata tagliata a tocchetti.
Fate insaporire e aggiungete ½ litro di brodo vegetale. Cuocete per ½ ora.
Aggiungete 15 o 16 castagne tritate. Fate cuocere ancora qualche minuto, salate.
Con l'aiuto di un frullatore ad immersione frullate il tutto fino ad ottenere una crema omogenea.
Impiattate accompagnando con 2 castagne cotte avvolte nel bacon e fatte passare in padella con un po' d'olio. Completate con un filo d'olio al peperoncino MARINA COLONNA



Con questa ricetta partecipo al CONTEST:



ENGLISH VERSION

INGREDIENTS
For 4 People

600g diced pumpkin clean
1 potato
1 onion
1 stalk of celery
1 clove of garlic
20 cooked chestnuts
½ liter of vegetable broth
salt
Extra virgin olive MARINA COLONNA
Chili oil dressing MARINA COLONNA
Slices of bacon to decorate



PREPARATION

Chop the onion, garlic and celery and brown in a pan with extra virgin olive oil MARINA COLONNA. Add the pumpkin and a potato, cut into chunks.
Make seasoning and add ½ quart of vegetable broth. Bake for ½ hour.
Add chopped chestnuts 15 or 16. Cook another few minutes, add salt.
With the help of an immersion blender whisk until a smooth paste.
Place on the plate with 2 accompanying cooked chestnuts wrapped in bacon and passedin a pan with a little 'oil. Complete with a drizzle of chilli oil MARINA COLONNA



mercoledì 19 ottobre 2011

Zucchilla: La pentola di ILLA

7 Zucche
Ho ricevuto un bellissimo regalo dalla ILLA: una pentola a forma di zucca, perfetta con il nome del blog.
Come è entrata in casa, non vedevo l'ora di utilizzarla e domani posterò la ricetta.





Dal colore arancio e dalla divertente forma di zucca è la pentola ideale per cucinare zuppe e risotti. Perfetta per rallegrare la vostra tavola, pratica, utile e dalle ottime prestazioni, è anche uno splendido oggetto di design per rendere unica la vostra cucina.




LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...